Home Hi-Tech Facebook, la sicurezza “fa acqua”: utenti a rischio galera per falla in...

Facebook, la sicurezza “fa acqua”: utenti a rischio galera per falla in chat

Facebook, la sicurezza "fa acqua": utenti a rischio galera per falla in chat

0
Facebook

Facebook, la sicurezza “fa acqua”: utenti a rischio galera per falla in chat

Facebook sempre più nel mirino degli hacker che starebbero mettendo a dura prova i sistemi di sicurezza del social più diffuso al mondo.
Il team che si occupa di sicurezza su internet, Check Point Software Technologies, ha infatti scoperto una pericolosa falla di sicurezza all’interno del social ed in particoalre nella chat e nell’applicazione Messenger.

MaliciousChat, questo il nome attribuito alla falla di sicurezza scoperta, consentiva ai pirati informatici di modificare o rimuovere qualsiasi messaggio, foto, file, link e altro ancora inviato in precedenza.

Molti utenti si affidano a Facebook per comunicazioni sia personali che professionali ed è per questo che MaliciousChat desta l’interesse degli hacker.

Vulcano Attivo“La vulnerabilità – spiega CheckPoint – può essere usata per manipolare la cronologia dei messaggi. Un utente potrebbe così cambiarla, in modo da rivendicare ad esempio falsi accordi con la vittima, o semplicemente modificare i termini dello stesso. Attraverso MaliciousChat è anche possibile manomettere, alterare o nascondere informazioni importanti che possono avere ripercussioni legali. In alcuni Paesi le chat possono essere ammesse come prova in indagini giudiziarie e questa vulnerabilità potrebbe consentire di nascondere le prove di un crimine o addirittura di incriminare un innocente”.

Fortunatamente, il team di Check Point Software Technologies ha avvisato per tempo Facebook della scoperta di questa vulnerabilità prima di rivelarla pubblicamente. Questo ha permesso al social network di poter realizzare per tempo una patch correttiva. “Sulla base della nostra indagine, questo semplice errore di configurazione nell’app di Messenger su Android si è rivelato essere un problema a basso rischio ed è già stato risolto”, si legge in una nota.

Insomma in chat non si può mai davvero stare tranquilli

fonte: http://www.intelligonews.it/

SORGENTEVulcano Attivo
Articolo precedenteFesta del 2 giugno, anche Google celebra la Repubblica Italiana
Articolo successivoMetrò del Mare: il collegamento via mare tra Napoli e il Cilento